lunedì 31 dicembre 2012

Ragazzi...



... buon anno a tutti.
Vi auguro sinceramente la realizzazione dei vostri sogni, e non per i 365 giorni a venire, bensì per il domani, questo futuro che troppe volte abbiamo visto buio e che tutti attendiamo libero da ogni nebbia.
Vi abbraccio

fabio, strillo, banda del 6 luglio... un amico

mercoledì 26 dicembre 2012

Luce di cometa - 4


Cari lettori, ecco l'ultimo episodio del mio racconto.

Mi sono divertito a suo tempo a scriverlo, mi sono divertito questa mattina a rileggerlo per l'ultima volta (e per l'ultima volta trovare delle piccole imperfezioni), mi sono divertito a pubblicarlo "in proprio" qui nel mio blog, per metterlo a vostra disposizione, per condividerlo, per - spero - parlarne.

Buona lettura e buoni commenti a tutti, e ancora un augurio sincero di Buone Feste a tutti voi.

Ecco il link per leggere LUCE DI COMETA ultima parte, ovvero intero racconto.

domenica 23 dicembre 2012

Luce di cometa - 3



... e così, la profezia vuole che il sottoscritto continui la sua avventura di autopubblicazione del primo racconto breve.

I nostri eroi ci portano indietro nel tempo: nei ricordi dei cloni le risposte alle prime domande dei lettori.
Ma il percorso è ancora lungo e costellato di altre domande.

"... una parte di mondo rialza la testa e guarda al futuro;
il cuore di due ragazzi diventa uno;
una luce porta il nero più totale..."

Il secondo capitolo lo potete leggere qui, e i commenti, come solito, li inserirete su questo post.
Sono leggermente in ritardo, mi dispiace; ma farò di tutto per terminare la mia pubblicazione in tempo utile...

Buona lettura a tutti.

[Un ringraziamento particolare a Maria Marzini - al secolo mia madre - che a inizio di questo anno mi ha pazientemente raccontato le disavventure sue e della sua famiglia sfollata, durante la seconda guerra mondiale, in un paesino nei pressi di Torino.]

sabato 15 dicembre 2012

Luce di cometa - 2

Ecco appena pubblicata la seconda parte del racconto.
Continuate a seguirlo, commentarlo e condividerlo!

... dove si trovano i nostri eroi?
forse nel presente? o in un lontanissmo futuro?
o in un mondo apparentemente sconosciuto? ...

Grazie mille e buono svago.
Ops, dovete cliccare qui.

strillo

lunedì 10 dicembre 2012

Luce di cometa - 1

Ecco l'annuncio tanto sospirato... beh, è ovvio che sto parlando per me.
Comincia l'avventura blog-publishing del sottoscritto e invito chiunque, tra viandanti occasionali e assidui frequentatori di queste pagine, alla lettura, alla riflessione e ai commenti.
A proposito di commenti: vi invito a lasciarli in questo post, visto che ne ho inibita la pubblicazione nella sezione "originale".

Prima di partire, una premessa.
Il racconto LUCE DI COMETA è nato per un concorso Urania; poi, gli impegni dell'ultimo numero di Zeto (uscito ad aprile 2012 e che mi ha visto direttamente coinvolto alla presentazione in anteprima a Ladispoli) mi hanno costretto a rinunciare all'invio perché lo avevo terminato in fretta e non mi convinceva nel modo più assoluto; qualche rivisitazione, soprattutto in questo ultimo mese, mi ha convinto a pubblicarlo almeno qui, nella mia libreria personale.

Qui, alla pagina dedicata, potete leggere la prima parte.


Un saluto a tutti voi.

mercoledì 5 dicembre 2012

Cari lettori, vicini e lontani...



È giunto il momento, per la mia attività su questo blog, di dare una piccola svolta.

Da anni inseguo il sogno di pubblicare un mio scritto con una casa editrice, ma da anni rimango nascosto dietro l’angolo, incapace di reagire all’apatia della frenesia quotidiana che mi trascina in un vortice senza fine... ehm, mi auguro non sia altrettanto per voi.

Ora, dopo 5 mesi dal compimento del mio 50° compleanno, ho deciso che una buona parte di ciò che ho scritto fino a oggi deve essere condiviso, almeno con i miei più assidui seguaci (e 10 non sono pochi!).
Nasceranno nuove pagine, che prenderanno il titolo dei miei scritti; data la mia intenzione di pubblicare a puntate, saranno pubblicati contemporaneamente dei post con il nuovo capitolo, che andrà ad aggiornare la pagina dedicata... in questo modo, se avrete pazienza e voglia di seguirmi, rimarrete sempre aggiornati.

Ecco la foto che mi ritrae mentre rileggo soddisfatto un mio testo.


Buona lettura a tutti e, se vi sembra cosa giusta, divulgate questa mia iniziativa.

lunedì 29 ottobre 2012

Avviso ai naviganti...

Il presente post è per avvisare che da oggi, 29 ottobre 2012, è possibile ascoltare Tex Willer.

Sì, avete capito bene: ascoltare!!!

Si tratta di una trasmissione a striscia quotidiana (lunedì-venerdì) che verrà trasmessa su Radio Rai 2, dalle 16.00 alle 16.15; a inizio anno la rete lanciò l’esperimento con Dylan Dog, ma di Tex Willer mise solo il podcast sul sito Rai; è quindi giunto il momento di assaporarlo direttamente dall’apparecchio radiofonico.

La voce di Aquila della notte è affidata a Francesco Pannofino; quella dell’antagonista Mefisto a Roberto Pedicini, famoso per il personaggio di Jack Folla.

Dieci puntate imperdibili per gli amanti del fumetto e i nostalgici dei radiodrammi.
Buon ascolto.

mercoledì 10 ottobre 2012

Riprendono le aste...


Comunico che il prossimo venerdì 12 ottobre riprendono le aste sul sito comics4emilia.org, ma con una grande sorpresa per tutti voi: tra le opere di questo "turno" ci sarà anche la nostra, quella che la banda del 6 lulgio ha appositamente studiato per partecipare a questa importantissima iniziativa.
Vi ricordo, infatti, che la causa abbracciata è quella di poter regalare un sorriso, insieme all'aiuto necessario alle persone colpite dal sisma dell'Emilia del maggio scorso.

Partecipare all'asta è semplice: bisogna registrarsi e rilanciare di 10 euro in 10 euro.
Attenzione: non vi stiamo chiedendo di partecipare di persona, ma di aiutarci a divulgare la notizia, di dirlo ad amici, amici parenti collezionisti e fan del fumetto, perché più riusciamo a raccogliere, maggiori saranno gli aiuti e i sorrisi da consegnare a questa gente, a questa terra!
Rimanete collegati: presto posterò il link diretto all'asta.

Inoltre, se conoscete persone che non desiderano partecipare alle aste, ma a donare qualche euro, non esitate a fornire loro l'inddirizzo del sito dove potranno trascrivere l'IBAN del conto intestato all'ANPAS territoriale.

Vi ringrazio fin d'ora, senza scordarmi di ringraziare doppiamente gli artefici di questa iniziativa.

... e, tanto per stuzzicare un pochino la curiosità, ecco la tavola che verrà messa all'asta.
Attenzione a scaricarla: non è originale, e c'è (e per fortuna) il logo di comics4emilia in sottofondo...



venerdì 21 settembre 2012

Iniziativa pro Emilia...

Gli amici di comics4emilia non si sono dimenticati delle zone terremotate dell'Emilia; si sono anzi dati da fare per organizzare una serata nella capitale.
Da Torino poco posso fare se non pubblicizzare l'evento e chiedere ai miei pochi lettori - e passanti occasionali - di divulgare.
Durante la serata, come potete leggere dal loro sito, si raccoglieranno fondi, sempre per la medesima causa.

Grazie di cuore a tutti

strillo

giovedì 26 luglio 2012

Si ricomincia: Zeto, attualità e...

Bene, i festeggiamenti del cinquantesimo sono definitivamente archiviati per cui eccomi alle occupazioni principali della giornata: la signora H. (cui dedico il post, visto che oggi festeggia l'onomastico), la casa, il lavoro e i miei interessi, tra cui questo blog.

In questo primo vero post dell’era Fabio 2.0 non saprei esattamente di cosa parlare: crisi economica? politica? sciacalli? primavera araba? terrorismo? terremoto? morti ingiustificate? gossip? Olimpiadi di Londra?
Un vero giornalista gongolerebbe di fronte a tanta scelta, ma io non sono un giornalista e, in tutta onestà, non gongolerei affatto di fronte a un elenco simile, piuttosto ne rimarrei terrorizzato!

Dovendo scegliere inserisco un ultimo elemento nell’indice: Zeto.
Sì, miei cari lettori: aggiungo il pagliaccio di strada, uscito dalla matita di Gianluca Serratore, per proporvi un link (al momento solo su facebook, ma contiamo di fare miracoli e attrezzarci per chiunque) dove potrete scaricare i 13 numeri che lo vedono protagonista; decidete voi se godervi la lettura on-line o scaricare il formato PDF... l’importante è che ci sia un feedback da parte vostra, non solo cliccando sul “mi piace”, ma anche nei commenti che aspettiamo, perché voi siete la nostra benzina, la nostra ragione di insistere sull’uscita di Zeto.

Il numero 13, faccio notare, è la vera anteprima delle uscite, in quanto non ancora presente in internet: quindi, cosa aspettate? scaricatelo e fateci sapere cosa ne pensate; noi autori ci siamo divertiti, abbiamo sudato 7 camicie per studiare e disegnare, e il risultato ci sembra più che ottimo... ma, come ben sappiamo, ogni scarrafone è bello a mamma sua, per cui è gradito un vostro commento... sincero, mi raccomando!
Questo è il link.

Nel ringraziarvi in anticipo delle vostre (numerose!) visite, vi comunico quanto segue: mi sto sempre più convincendo che in questo momento stiamo vivendo la terza guerra mondiale; alcuni decenni or sono, un grande fisico dichiarò “non so con quale arma l’uomo combatterà la terza guerra mondiale, ma son quale userà nella quarta: la fionda” (Albert Einstein).

Nella speranza di non vedere mai una quarta guerra mondiale, forse nell’elenco che ho scritto sopra possiamo scoprire l’arma della terza guerra mondiale... o no?
Tenendo conto che difficilmente può far male un'Olimpiade o del gossip, direi che la scelta è obbligata sulle altre, ma quale?
Difficile rispondere, ma sono sicuro che lì in mezzo si annida la serpe che tutti temiamo.

venerdì 6 luglio 2012

Fabio 2.0


Il giorno tanto aspettato è arrivato e ora sono una nuova persona.
Ma che sto dicendo!? Sono sempre io, con un anno in più da portare sulle spalle... solo che quell’anno è il 50°!

In tanti hanno fatto il mio stesso giro di boa - Tom Cruise per esempio - ma non tutti hanno una signora H. al proprio fianco, la prima persona che devo ringraziare per ciò che molto lentamente (per colpa mia, s’intende) sono diventato.
Non tutti possono fregiarsi di amicizie importanti e vere, come quella che mi lega a Gianluca, anche lui oggi alle prese con il compleanno: auguri giovincello!
Non tutti possono affermare con naturalezza e certezza di essere contenti di ciò che hanno fatto e che stanno facendo, e non parlo di lavoro, ma di vita personale.

50 è un numero come un altro, capace solo di metterti davanti allo specchio per guardarti negli occhi e chiederti se sei... non importa cosa, come o chi, ma semplicemente “sei”; bene, io SONO e ho tanta voglia di essere ancora, tanta strada da fare in compagnia della vita che ci circonda, senza perdere il mio unico obiettivo di questi ultimi 5 anni: essere me stesso, senza fronzoli di alcun genere.

... e auguro lo stesso proposito a tutti voi.

Grazie in anticipo per gli auguri, ma ricordatevi che sono io a farli a tutti voi!

sabato 23 giugno 2012

Comics4Emilia!





Buon giorno a tutti i lettori, vecchi, nuovi, occasionali...

La settimana appena trascorsa ha visto l’inizio delle aste di alcune tavole dei fumettisti italiani che hanno aderito all’iniziativa Comics4Emilia.
Il sottoscritto e Gianluca Serratore, al millennio la banda del 6 luglio, partecipano e vi chiedono umilmente non tanto di partecipare alle aste (per carità, no ve lo impediamo mica, eh!) piuttosto di divulgare il più possibile questa bellissima iniziativa.
Chi di voi vuole avere in anteprima la tavola, può farci visita sulla pagina facebook, dire "mi piace" e inserire un messaggio (privato se preferite) utilizzando uno dei profili qui sotto riportati e sarà nostra cura inviarla.

Grazie in anticipo a tutti, soprattutto dall’Emila!



Qui di seguito, ripropongo parte del testo già utilizzato sui nostri profili FB e che vi permette di avere qualche informazione in più in merito all'iniziativa:
"Finalmente la nostra tavola è pronta per essere messa all’asta.
Vi ricordiamo che l’intero incasso sarà devoluto all'ANPAS Sezione Regionale Emilia-Romagna, per aiutare la ricostruzione nelle zone colpite dal sisma."

martedì 5 giugno 2012

Alla vostra cortese attenzione!

Gentili lettori, questo post è uno spot... e al di là dell'anagramma è uno di quei momenti che spendo volentieri per attirare la vostra attenzione su un paio di cose.

La prima è la prossima uscita di un ebook che alcuni di voi hanno avuto il piacere di leggere sui blog di VeleIvy e Silvia; si tratta di NIAMH DELLE FATE, UN RACCONTO PRERAFFAELLITA.
Il piacere di leggerlo è pari al raggio del sole estivo, pari a un tuffo rinfrescante nel mare, pari al piacere di aver letto i grandi classici così come un romanzo moderno di qualsivoglia genere.
Il lettore segue la trama fino a raggiungere il fondo per poi virare e tornare in superifcie scoprendo non di aver visto una barriera corallina, ma un'altra epoca, un altro mondo fatto di sentimenti che vivono nei nostri cuori, permettendo loro di continuare a battere per la vita.
Vi invito a visitare i loro blog oltre che dare un'occhiata al booktrailer (inserito nei  post che vi ho "linkato")... modestamente confezionato da Fabio Bogliotti... ops, volevo dire dal sottoscritto, che non ha fatto altro che assemblare, anche se pur sempre col cuore, l'ottimo lavoro svolto dalle autrici.

La seconda segnalazione è quella della pagina facebook appena nata da due menti contorte: la mia e quella di Gianluca Serratore.
Questi due manigoldi (voi non li conoscete bene, io e lui sì!) in questione sono uniti da una data, quella della loro nascita: il 6 luglio, anche se di anni differenti.
La loro collaborazione nasce casualmente, come tutte le cose belle di questo mondo, e da allora sono instancabili produttori d'arte oltre che inseparabili amici... nonostante li separino 600 chilometri.
Vi invito a dare un'occhiata alla loro creatura a questo indirizzo e a segnalarci ogni loro mossa: noi ne abbiamo perse le tracce ieri, quando hanno messo a segno l'ultimo colpo: una tavola che verrà messa all'asta e il cui ricavato andrà in beneficenza per le zone terremotate dell'Emilia (vedi post precedente).

Grazie per l'attenzione, per i vostri commenti al video e al racconto oltre che sui blog delle amiche VeleIvy e Silvia... e ai "mi piace" per LA BANDA DEL 6 LUGLIO.

fabio, strillo... e chissà quali altri personaggi fino a oggi interpretati

giovedì 31 maggio 2012

Un'iniziativa da seguire!

Cari lettori, vi segnalo questa lodevole iniziativa che arriva dal mondo delle nuvole parlanti.
A questo link potete al momento leggere di cosa si tratta nella pagina facebook del gruppo appena creato e che organizza una speciale raccolta da devolvere alle zone terremotate; troverete tutte le indicazioni nel mini regolamento.
Fate girare, "spammate" al più non posso, ditelo al fruttivendolo sotto casa!

Da parte mia, anzi nostra tenendo conto del fidato Gianluca Serratore, ce la metteremo tutta per partecipare.

Grazie a tutti.

fabio


mercoledì 23 maggio 2012

1962-2012

Preso dal vortice della vita che scorre intorno a te senza lasciarti un attimo di respiro, mi sono dimenticato di mantener fede al mio intento, ovvero di fare gli auguri a tutti i cinquantenni del 2012.

Faccio ammenda e comincio a recuperare: Diabolik, Uomo ragno, la collega Laura R., un’altra collega Anna R., Vincenzo Maenza, Emilio Estevez, Scialpi, Margherita Buy, Alberto Angela, Jon Bon Jovi, Chuck Palahniuk, Axl Rose... tanto per citarne alcuni che il traguardo l’hanno già tagliato... guai fare l’augurio prima!

Ho dato un’occhiata a chi sta per fare il giro di boa del mezzo secolo e, oltre alle conferme che già conosco da tempo (soprattutto di chi è vicino alla mia data), ci sono un paio di personaggi che ho nel cuore per bei momenti passati insieme a loro, per film o canzoni da loro interpretati e visti o ascoltati in un frangente particolare di vita.

Rimanete collegati, che prima o poi ci sarà l’esplosione per il mio compleanno!

venerdì 11 maggio 2012

Sotto i fiori di lillà: #smssolidale... perché no?

Un UP a questo post non potevo non farlo :-)
Che aspettate: 45501, inviatelo anche voi l'SMS solidale suggerito da Zeto!

Sotto i fiori di lillà: #smssolidale... perché no?: Fumetto di Fabio Bogliotti e Gianluca Serratore #smssolidale - Dal 10 al 20 maggio è possibile donare 2,00€ inviando un sms da cellula...

mercoledì 9 maggio 2012

Zeto e F.A.V.O..

Da domani, 10 maggio e fino al 20 maggio 2012, è possibile partecipare a qualcosa di grandioso, qualcosa di cui tante persone potranno un giorno fruire e in questo modo affrontare meglio uno spiacevole tragitto di vita.

Un gesto semplice, come semplice è il messaggio che Zeto vi lascia in questa occasione.

Sono commosso per aver contribuito, insieme alla magica mano di Gianluca Serratore, alla creazione di questa tavola; sono contento e orgoglioso di leggerci sopra i nostri nomi; sono sicuro che da lassù un padre è orgoglioso del proprio figlio... ti vedo papà, che ti credi?!

E infine sono al settimo cielo perché, me lo sento, tutti sarete in prima linea e prenderete in mano il vostro telefono cellulare per mandare un SMS importante: la banda del 6 luglio ha colpito ancora e questa volta il bottino è nelle vostre dita!

Quante conferme in pochi segni di matita e di colore...
Il fumetto può essere il veicolo di un messaggio importante
e un SMS può salvare la Vita.
... di Gianluca Serratore

... un grazie a Gianluca, un grazie a Carolina Venturini (il prezioso contatto che ci ha permesso questa splendida collaborazione), e milioni di grazie a voi lettori.

martedì 1 maggio 2012

La festa di chi?

Non mi sento psicologicamente preparato a festeggiare il 1° maggio, e non mi sentivo preparato lo scorso anno come tanti degli anni passati; non è solamente colpa della crisi che ha creato queto assurdo stato delle cose, dalla situazione economica del Paese a quella delle famiglie, così come del mercato del lavoro... che poi, detto tra noi, si può parlare di mercato? A me sembra più una Babele!

Nel mio cuore, oggi più che mai, batte una storia che ho pubblicato nell'agosto del 2009 per Zeto il cui titolo è Ma il cielo... e che vi esorto a leggere e metabolizzare, non perché è una bella storia o perché l'ho scritta io, ma perché è la silenziosa storia ti tanti lavoratori che non ci sono più, ovvero quelli che hanno perso la vita per un posto di lavoro... che poi, detto tra noi, si può parlare di posto di lavoro quando si mette a repentaglio una vita umana? A me sembra più un adeguamento al ribasso!!! alle norme di sicurezza troppe volte insufficienti e, sempre più spesso, troppo dispendiose per molte aziende che non hanno la forza (liquida) necessaria per affrontare il problema.

Oggi mi sento più a mio agio non riposandomi e godendomi la festa dei lavoratori, ma di passarla a ricordare chi, in nome del lavoro, non è più tra noi.
strillo


mercoledì 25 aprile 2012

Un 25 aprile diverso.


Nella giornata che festeggia la liberazione dell’Italia, mi viene spontaneo pensare ai Paesi che la parola libertà non la conoscono o ne hanno una visione leggermente distorta, combattendo – in buona fede, s’intende – per qualcosa che viene spacciata per tale, ma in realtà non è.

Chi mi conosce (e non necessariamente di persona) sa che quando mi tuffo nelle cose lo faccio col cuore, senza secondi fini; così è stato il maggio del 2010 quando, felice per il matrimonio e in giro per le Langhe a festeggiarlo, sono stato coinvolto nel progetto di una graphic novel sul Sud Sudan e i cui proventi sono stati (e continuano ad esserlo) devoluti in beneficenza proprio per quella regione così lontana ai nostri occhi e dalle nostre menti, ma così vicina se pensiamo a quanto successe nel nostro Paese e nell’Europa intera durante la seconda guerra mondiale.

Laggiù, i soldati – troppe volte minorenni e addirittura bambini! – non combattono per un ideale, per la religione, per differenza etnica, ma per un dio viscido e oleoso, più nero dell’Africa nera, più devastante della conoscenza (e l’utilizzo errato!) della scissione nucleare, più infido dello spread: il petrolio.

Uno stato, quello del Sudan, che è martoriato da una guerra silenziosa che diventa notizia quando il numero dei morti comincia a essere considerevole per essere taciuto; quando tra i morti si contano tanti bambini soldato; quando si ricorda al mondo che quei morti sono scalzi perché le scarpe valgono come e forse più del petrolio, ecco perché i nemici ne hanno subito fatto razzia; quando a far da macerie non sono mattoni, ma legno e fango, ovvero il materiale povero con cui vengono costruite le abitazioni povere in quell’angolo della terra abitato da poveri, ancora una volta innocentemente coinvolti in giochi di potere che non possono che trasformarsi in giochi di guerra… e tutto per dei barili pieni di inquinamento, oltre che di odio e rancore per chi ne ha di più.

Ecco, oggi saranno in tanti a ricordarsi di cosa simboleggi il 25 aprile… io mi ricordo anche del martoriato Sudan, sud o nord che sia, perché mi è entrato nel cuore da quando ho studiato la sua storia per scriverne un pezzo; perché non è concepibile che ci sia in atto una guerra simile, così come non è concepibile che ce ne siano tante altre al mondo… e non parlo dell’oggi, ma del domani, perché solo garantendo un domani a chi continuerà a calpestare il suolo del pianeta possiamo parlare di umanità libera; nel frattempo, ne sono sicuro, lo stesso pianeta ci ringrazierà e continuerà ad accoglierci come fino a oggi ha fatto.

strillo
 

lunedì 16 aprile 2012

Ladispoli, 15 aprile 2012.

Prometto che non sarà l'unico post dedicato all'evento della presentazione del numero 13 di Zeto; intanto, comincio con l'inserimento di una delle foto che più mi ha commosso per significato.

Siamo io (a sinistra con la maglia arancione), Marco (al centro) e il sindaco di Ladispoli dott. Paliotta mentre consultiamo il fumetto.

Davanti a noi, non inauqdrati dall'obiettivo, una cinquantina di persone, che sono tante e calorose e che non finirò mai di ringraziare per l'accoglienza e l'affetto dimostrati.


Questa, invece, la foto simbolo dell'evento, in cui sono ritratti due loschi individui denominati, nei quartieri malfamati d'Italia, la banda del 6 luglio; i due, fratelli di web oltre che per data di nascita, si spacciano per sceneggiatore (Fabio, a sinistra) e disegnatore (Gianluca, a destra) e stanno posando davanti al loro basista principale, un pagliaccio di strada di nome Zeto.
Diversi i colpi messi a segno dalla banda, tutti all'insegna del buon umore e del serioso tentativo di fare e trasmettere un po' d'arte.
A voi il giudizio: ci sono riusciti o no?


Ho avuto modo di vederli in azione e di una cosa sono sicuro: hanno in mente altri colpi in giro per l'Italia!

lunedì 2 aprile 2012

Zeto numero 13: coming soon!

Buon giorno a tutti.
Comincio questa settimana con la pubblicazione del promo definitivo per il numero 13 di Zeto.
Ho apportato modifiche in un paio di punti, implementato il finale con alcuni fotogrammi; inoltre l'ho giustamente corredato di canzone: YOU GOT IT cantata da Whoopi Goldberg e tratta dal film BOYS ON THE SIDE (A proposito di donne il titolo in italiano - se ricordo bene). [gran bel film, gran bella canzone; andate ad affittarlo, ne vale la pena]
Il risultato finale è migliorato notevolmente; spero sia di vostro gradimento.
Quasi dimenticavo: mi sono divertito talmente tanto che non vedo l'ora di farne un altro... anche per gli amici di web! Non scherzo!

Ne approfitto per dire a tutta Italia che il sottoscritto sarà presente domenica 15 aprile 2012 a Ladispoli, dove l'album sarà, appunto, presentato intorno alle ore 17.00 sotto il tendone allestito dalla ProLoco nella piazza principale.
Ci saranno anche il papà artistico di Zeto, l'editore, probabilmente altri autori; sicuramente il sindaco e altre personalità... e poi lui, ZETO!
Se vi capita di essere da quelle parti per caso o di poterci arrivare perché nelle vicinanze, potete entrare in possesso di una copia dell'album (per altro a distribuzione gratuita)... e fatevi riconoscere, altrimenti gli autografi non li facciamo!  :-)

video

sabato 31 marzo 2012

Il mio primo promo...

Scusate il gioco di parole, ma corrisponde a verità: ho fatto il mio primo filmato con Windows Movie Maker (questo ho e questo uso).

Non sono un regista, non sono un fotografo, sono il solito appassionato del "fai da te" e ce la metto tutta, sudando le fatidiche 7 camicie (e di secondo nome non faccio Ercole).

Lo posto qui sul blog, nella speranza di ricevere qualche apprezzamento per il lavoro svolto e, soprattutto, di creare un po' di attesa per l'uscita di questo numero speciale di Zeto!!!

Buon sabato sera e buona domenica delle Palme a tutti!

video
ho dovuto ridurre la risoluzione... sigh!

venerdì 30 marzo 2012

Inizia il conto alla rovescia...

Per Felice è l'ultimo giorno da lampionaio e vuole lasciare un bel ricordo ai suoi concittadini...

un'infermiera
la carrozza del Principe
l'ingegnere indisponente
il popolo ficcanaso delle baracche
... e tra loro un uomo

il puzzle si compone

un Papa attento al progresso
una Torre difensiva
gli antichi Romani
... e un medico distratto che incontra lui, sempre lo stesso uomo.

Una docufiction storica dai toni poetici che solo il magico tratto delle vignette di un fumetto è in grado di esprimere.

I 7 LAMPIONI
il numero speciale di Zeto

dal 15 aprile, per favorire la vostra lettura!


domenica 25 marzo 2012

Terminato!

Questa mattina non ho ceduto al ronzio monotono delle auto da corsa, a una comoda seduta sul divano per guardare Alonso vincere il GP della Malesia, no!!!

Questa mattina ho portato a termine l'ultimo capitolo del libro di Poul Anderson "La pattuglia del tempo".
Gioia infinita non per averlo terminato, ma per averlo letto: 440 pagine di puro divertimento, ben congegnato e studiato nei minimi particolari... una fantascienza che non lascia nulla al caso e che ha il pregio di appagare il lettore lasciandolo a ogni capitolo a bocca aperta!

E ora, via verso nuove letture.

La scelta cade su un libro leggero: "Solomon Kane" di Robert E. Howard, sicuro di trovare altro appagamento oltre che tanti spunti per mie future sceneggiature.
(peccato sia stato anticipato per quella del film omonimo... hahaha)

Buona domenica a tutti, buona settimana a chi si collegherà da domani e un sorriso, di quelli che ci riavvicinano alle cose belle e buone.

strillo

venerdì 16 marzo 2012

Cosa vi spinge a scrivere

Alla faccia di chi dice che non ci crede, io lo faccio principalmente “per terapia”; al secondo posto delle preferenze va il classico “perché ho qualcosa da dire”.


Ecco, vorrei soffermarmi sul secondo posto.

Il genere letterario che ciascuno di noi sceglie credo sia motivato dal proprio background e penso non sia discutibile; ma tante volte mi ritrovo (forse anche voi, ma attendo commenti in merito) a scegliere il fantasy o la fantascienza perché sono in assoluto i generi che permettono all’autore di descrivere, attraverso mondi fantastici, ciò che di brutto c’è nel nostro... senza dimenticare ciò che di brutto ha talvolta oscurato il passato.

Pensate a tutti gli orrori che conosciamo grazie alla storia, oppure a ciò che di inaccettabile vediamo coi nostri occhi ogni giorno: povertà e fame su tutto.

I mondi fantastici ci aiutano a esorcizzare (ma non con ipocrisia, bada bene!) il continuo accumulo di spazzatura, mediatica o di vita vissuta non importa; ci permettono un tuffo in quel mondo parallelo da tutti auspicato e dove tutto è al posto giusto, quell’isola che non c’è e che ci fosse saremmo tutti lì a chiederci “ma che razza di isola è?” (grazie Bennato)... per il semplice e triste motivo che non riconosciamo ciò che dovrebbe essere, abituati come siamo a vivere questo mondo.

Ora, senza tediarvi troppo (anche se siete in pochi vi voglio bene e finisco subito il pensiero), è giunto il momento di approfondire il primo punto: “lo faccio per terapia.”

Già, perché comunque voglio credere che non debba andare troppo per le lunghe il mondo così, come lo conosciamo e viviamo; credo fermamente che si possa cambiare in funzione di una volontà che sgorga come lava incandescente dai nostri cuori, non per scottare e distruggere, ma per dare nuova vita con ogni sorta di germoglio, anch’esso nuovo.

Sono convinto che il futuro, oltre essere canonicamente dei giovani, debba essere costruito in base al diritto che tutti abbiamo di poterlo vivere, ma non come vogliamo, bensì trovando la formula giusta per portarlo avanti all’infinito, garantendo una vita migliore innanzitutto alla nostra madre terra, perché solo grazie a lei noi possiamo continuare ad abitarla.

Che vi dicevo? Non è forse terapia questa? Dirò di più: dovrebbe essere terapia di gruppo, anzi globale... ma il globale auspicato, non quello che ci hanno rifilato per cosa buona e giusta fino a oggi!

strillo

giovedì 15 marzo 2012

Viva i cinquantenni!


E che bambola, nella fattispecie!!!

Avverto i miei lettori: chiunque, tra i personaggi famosi (reali e no, amici o colleghi, ecc...), compia 50 anni in questo 2012 sarà oggetto di un post... per poi inserire, a tempo debito, il mio!
A proposito: io sono un personaggio reale o inventato? hehehe!!!

Tanti auguri a Mafalda.

martedì 13 marzo 2012

Il piacere di leggere...

... ovvero quello che ho smarrito per indolenza!


Al lavoro non si può, in auto non ne parliamo, la sera a casa ci si ritrova a risolvere il problema quotidiano... non ho più tempo per leggere!

Quante volte abbiamo sentito questa frase... e quante volte io (l’indolente!) ho risposto che non è vero, che quella della mancanza di tempo è una scusa, che basta aprire un libro anziché accendere il televisore...

Se proprio non ne vogliamo sapere di recuperare il tempo perduto accendendo l’elettrodomestico più amato del mondo, una soluzione, per uscire da questo circolo vizioso (perché di vizio si tratta), c’è: la meravigliosa metropolitana se presente o i mezzi pubblici di ciascuna città.

Prendere i mezzi pubblici, inquinare di meno, risparmiare sui costi benzina e/o gasolio, darsi una regolata in genere sull’utilizzo dell’auto per trasporto privato: più di un piccione con una sola fava, rappresentata dal biglietto dei trasporti torinesi (ora parlo di me) e che, anche se appena rincarato del 50% (ciumbia!) porta comunque a casa propria una serie di annotazioni positive appena citate.

Così porterò a termine la mia lettura infinita di Poul Anderson, ma anche la saga a fumetti Promethea del mitico Alan Moore, oltre al saggio sui miti greci... per dar fondo al resto della libreria che comincia a reclamare la mia attenzione oltre al semplice gesto di spolverarne il contenuto e i ripiani!

... senza dimenticare il piacere di vedere un sacco di gente intenta a camminare frettolosamente, gesticolare mentre parla al telefono come se la persona all’altro capo la vedesse, mentre accarezza il compagno o la compagna o la prole, mentre cammina capo chino raccolto nei propri pensieri, mentre ride tutto solo ripensando alla sera prima o a chissà cos’altro, mentre guarda il vicino sull’autobus per elargire un sorriso, mentre allarga le braccia per stringere in un caloroso abbraccio il parente o l’amico appena sceso alla fermata... eh, quante storie vediamo tutti i giorni e quanti spunti possiamo prendere dal quotidiano per scrivere di cose belle... e non solo di cose brutte!

Se, nel frattempo, vi capita di leggere qualcosa curato o scritto da Maria Grazia Perini potete esser certi: non state perdendo tempo!

Uno sfogo nonsense, ma ne sentivo la necessità.