giovedì 31 maggio 2012

Un'iniziativa da seguire!

Cari lettori, vi segnalo questa lodevole iniziativa che arriva dal mondo delle nuvole parlanti.
A questo link potete al momento leggere di cosa si tratta nella pagina facebook del gruppo appena creato e che organizza una speciale raccolta da devolvere alle zone terremotate; troverete tutte le indicazioni nel mini regolamento.
Fate girare, "spammate" al più non posso, ditelo al fruttivendolo sotto casa!

Da parte mia, anzi nostra tenendo conto del fidato Gianluca Serratore, ce la metteremo tutta per partecipare.

Grazie a tutti.

fabio


mercoledì 23 maggio 2012

1962-2012

Preso dal vortice della vita che scorre intorno a te senza lasciarti un attimo di respiro, mi sono dimenticato di mantener fede al mio intento, ovvero di fare gli auguri a tutti i cinquantenni del 2012.

Faccio ammenda e comincio a recuperare: Diabolik, Uomo ragno, la collega Laura R., un’altra collega Anna R., Vincenzo Maenza, Emilio Estevez, Scialpi, Margherita Buy, Alberto Angela, Jon Bon Jovi, Chuck Palahniuk, Axl Rose... tanto per citarne alcuni che il traguardo l’hanno già tagliato... guai fare l’augurio prima!

Ho dato un’occhiata a chi sta per fare il giro di boa del mezzo secolo e, oltre alle conferme che già conosco da tempo (soprattutto di chi è vicino alla mia data), ci sono un paio di personaggi che ho nel cuore per bei momenti passati insieme a loro, per film o canzoni da loro interpretati e visti o ascoltati in un frangente particolare di vita.

Rimanete collegati, che prima o poi ci sarà l’esplosione per il mio compleanno!

venerdì 11 maggio 2012

Sotto i fiori di lillà: #smssolidale... perché no?

Un UP a questo post non potevo non farlo :-)
Che aspettate: 45501, inviatelo anche voi l'SMS solidale suggerito da Zeto!

Sotto i fiori di lillà: #smssolidale... perché no?: Fumetto di Fabio Bogliotti e Gianluca Serratore #smssolidale - Dal 10 al 20 maggio è possibile donare 2,00€ inviando un sms da cellula...

mercoledì 9 maggio 2012

Zeto e F.A.V.O..

Da domani, 10 maggio e fino al 20 maggio 2012, è possibile partecipare a qualcosa di grandioso, qualcosa di cui tante persone potranno un giorno fruire e in questo modo affrontare meglio uno spiacevole tragitto di vita.

Un gesto semplice, come semplice è il messaggio che Zeto vi lascia in questa occasione.

Sono commosso per aver contribuito, insieme alla magica mano di Gianluca Serratore, alla creazione di questa tavola; sono contento e orgoglioso di leggerci sopra i nostri nomi; sono sicuro che da lassù un padre è orgoglioso del proprio figlio... ti vedo papà, che ti credi?!

E infine sono al settimo cielo perché, me lo sento, tutti sarete in prima linea e prenderete in mano il vostro telefono cellulare per mandare un SMS importante: la banda del 6 luglio ha colpito ancora e questa volta il bottino è nelle vostre dita!

Quante conferme in pochi segni di matita e di colore...
Il fumetto può essere il veicolo di un messaggio importante
e un SMS può salvare la Vita.
... di Gianluca Serratore

... un grazie a Gianluca, un grazie a Carolina Venturini (il prezioso contatto che ci ha permesso questa splendida collaborazione), e milioni di grazie a voi lettori.

martedì 1 maggio 2012

La festa di chi?

Non mi sento psicologicamente preparato a festeggiare il 1° maggio, e non mi sentivo preparato lo scorso anno come tanti degli anni passati; non è solamente colpa della crisi che ha creato queto assurdo stato delle cose, dalla situazione economica del Paese a quella delle famiglie, così come del mercato del lavoro... che poi, detto tra noi, si può parlare di mercato? A me sembra più una Babele!

Nel mio cuore, oggi più che mai, batte una storia che ho pubblicato nell'agosto del 2009 per Zeto il cui titolo è Ma il cielo... e che vi esorto a leggere e metabolizzare, non perché è una bella storia o perché l'ho scritta io, ma perché è la silenziosa storia ti tanti lavoratori che non ci sono più, ovvero quelli che hanno perso la vita per un posto di lavoro... che poi, detto tra noi, si può parlare di posto di lavoro quando si mette a repentaglio una vita umana? A me sembra più un adeguamento al ribasso!!! alle norme di sicurezza troppe volte insufficienti e, sempre più spesso, troppo dispendiose per molte aziende che non hanno la forza (liquida) necessaria per affrontare il problema.

Oggi mi sento più a mio agio non riposandomi e godendomi la festa dei lavoratori, ma di passarla a ricordare chi, in nome del lavoro, non è più tra noi.
strillo